Come trasferire wordpress da locale a remoto

Pubblicato da : Sergio Furegon - 12 Febbraio 2018

trasferimento-dati-locale-web

In questo articolo vedremo come trasferire il tuo sito WordPress da locale a remoto. Ma cosa significa “da locale a remoto” ? Per chi non fosse pratico significa spostare il proprio sito web wordpress dalla macchina in locale ( proprio pc) , al un server online ( servizio hosting online ) . Se hai dunque installato wordpress il locale, e vuoi trasferire il tuo sito web online per renderlo pubblico , questo articolo fa al caso tuo.

Il procedimento che utilizzeremo per il trasferimento sarà totalmente manuale,  senza quindi l’aiuto di plugin automatici. In caso contrario, se volessi utilizzare un metodo automatico , vedi l’articolo sul plugin : All-in-One WP Migration. 

Prima di iniziare con il trasferimento, vediamo di cosa hai bisogno :

  • Esegui un backup completo ( database e files ) del tuo sito web . E’ molto importante avere un backup a disposizione in caso di errori nel trasferimento o qualsiasi altro inconveniente.
  • Installa sul tuo pc un client FTP , per la trasmissione dei tuoi files da locale al server online. Io ti consiglio di installare Filezilla.
  • Valuta un servizio hosting dedicato compatibile per il tuo sito WordPress. Ti servirà quindi un piano hosting che ti dia la possibilità di gestire un cPanel ( Pannelo di controllo )   ed un  servizio MySql ( per gestire i database ).

1 – TRASFERIMENTO DEI FILE

accesso ftp

Come trasferire wordpress da locale a remoto: iniziamo con il trasferimento dei files nel tuo server in remoto tramite FTP. Apri Filezilla ,precedentemente installato, e compila i campi : HOST, NOME UTENTE e PASSWORD per connetterti al tuo server remoto.

  • HOST : Inserisci ftp.nomedeltuosito.it/com.
  • NOME UTENTE : Inserisci il nome utente rilasciato dal tuo servizio hosting.
  • PASSWORD : Inserisci la  password rilasciata dal tuo servizio hosting.
  • PORTA : di default solitamente è la 21.

Una volta connesso a Filezilla nella parte sinistra troverai tutte le tue cartelle in locale. Naviga all’interno delle cartelle fino a raggiungere quella contenente i file del tuo sito in WordPress. Nella parte di destra invece, saranno elencate le cartelle relative al tuo server remoto.

Seleziona tutti i file relativi al tuo sito web in locale ( parte sinistra ) e trascinali all’interno della cartella principale ( solitamente public_html ) del tuo hosting ( parte destra ). Se invece vuoi trasferire il tuo sito in una sottodirectory ( esempio www.nomedelmiosito/sottodirectory.it ), dovrai creare all’interno della cartella principale una nuova cartella, direttamente da Filezilla o creandola dal Control Panel del tuo servizio hosting.

2 – TRASFERIMENTO DEL DATABASE

Arrivati a questo punto, dovrai esportare il database nel tuo server locale a quello remoto. Accedi al pannello di controllo phpMyAdmin del tuo server locale e seleziona il database da trasferire per il tuo sito web. Clicca sul pulsante – Esporta – o (- Export – in inglese) per accedere al pannello di Esportazione.

esportare database remoto

Seleziona metodo di esportazione > Personalizzato, Formato > SQL, Tabelle > Seleziona tutto e Output > Salva l’output in un file. Ora clicca sul pulsante – Esegui – in fondo alla pagina per avviare l’esportazione del tuo database in formato file.sql.

3 – MODIFICARE IL DATABASE PER IL SERVER REMOTO

Ma cosa significa modificare il database? Attualmente il database scaricato sta ancora puntando al sito web in locale: in questa fase andremo a sostitutire tutti gli url  che puntano in locale con l’url al tuo nuovo sito online.

Per fare questo, apri il file.sql scaricato precedentemente ( punto 2) con un editor di testo ( io utilizzo block note ) e cerca tutti gli indirizzi all’interno del file che corrispondano all’url del tuo sito in locale:

Se il tuo sito locale non è in una sottocartella l’url sarà : http://localhost o http://localhost:8888/.

Altrimenti sarà : http://localhost/nomecartella o http://localhost:8888/nomecartella.

Ora che gli hai individuati sostituiscili con il nuovo indirizzo del tuo sito online. Es. http://www.nuovodominio.it.

4 – IMPORTA IL NUOVO DATABASE SUL SERVER REMOTO

Accedi al cPanel del tuo account hosting e crea un nuovo database ( poi pure chiamarlo con lo stesso nome di quello in locale ). Ora il database creato non contiene alcuna tabella, andiamo quindi ad importare le tabelle del tuo sito wordpress. Entra nel pannello di controllo di phpMyAdmin del tuo server remoto e dopo aver selezionato il nuovo database clicca  – Importa – . A questo punto , clicca su  – Scegli  file – per selezionare il file.sql da caricare. Fatto questo , premi – Esegui -. Un messaggio di notifica ti avviserà sul successo della tua operazione ed il tuo database sarà popolato dalle tabelle del tuo sito wordpress in locale.

importa database in remoto

5 – MODIFICA IL FILE WP-CONFIG.PHP

Abbiamo quasi finito. Ora che il database ed i file del tuo sito web sono stati caricati, dobbiamo come ultima cosa modificare il file wp-config.php . Accedi nella root principale del server remoto e trova il file wp-config.php per correggere le credenziali del sito realizzato in locale.

A questo punto modifica i campi :

  • DB_NAME : scrivi il nome del database in remoto.
  • DB_USER : scrivi il nome dell’utente associato al database.
  • DB_PASSWORD : scrivi la password di accesso al database.
  • DB_HOST : Il nome host del server database.

modifica file wp-config

Salva il file a modifiche effettuate e..

anche quest’ultima fase di come trasferire WordPress da locale a remoto è stata completata ed il tuo sito web sarà visibile online! 

6 – CONSIGLI

Ora che il tuo sito è online controlla che tutto funzioni correttamente:

  • Se ti trovi di fronte a link rotti, entra dal pannello amministratore su :  Impostazioni > Permalink e clicca sul pulsante salva alla fine della pagina.
  • Controlla alla voce Impostazioni > Generali , dalla tua area amministrativa, che i campi “Indirizzo WordPress (URL)” e “Indirizzo Sito (URL)” siano corretti e successivamente clicca sul pulsante salva.
  • Controlla il funzionamento di tutti i plugin installati.

Se tutto funziona correttamente congratulazioni ! Nel caso ti servissero delle delucidazioni in merito, richieste, dubbi o condividere informazioni, scrivimi! Sarò lieto di risponderti.

Se hai trovato il mio articolo interessante, CONDIVIDILO sul tuo canale social preferito!
Muchas gracias! ;)

Valuta l'articolo

  • 5/5
  • 3 ratings
3 ratingsX
Very bad!BadHmmmOkeGood!
0%0%0%0%100%

PIANIFICHIAMO INSIEME IL TUO PROGETTO!
Contattami per una consulenza gratuita.

CONTATTAMI
Show Buttons
Hide Buttons